Ο παγκοσμοποιημένος καπιταλισμός βλάπτει σοβαρά την υγεία σας.
Il capitalismo globalizzato nuoce gravemente alla salute....
.... e puo' indurre, nei soggetti piu' deboli, alterazioni della vista e dell'udito, con tendenza all'apatia e la graduale perdita di coscienza ...

(di classe) :-))

Francobolllo

Francobollo.
Sarà un caso, ma adesso che si respira nuovamente aria fetida di destra smoderata e becera la polizia torna a picchiare la gente onesta.


Europa, SVEGLIA !!

Europa, SVEGLIA !!

martedì 29 ottobre 2013

La sentenza interdittiva per B: "Dolo e perseveranza nel reato". Ferrero: Come fa Pd a stare con Pdl?

               controlacrisi
Nelle motivazioni con cui i giudici della Terza Corte d'Appello hanno disposto la pena interdittiva di due anni per Silvio Berlusconi, nell'ambito del processo sul caso Mediaset, c'è che l'ex premier è stato ''ideatore'' e ''organizzatore del sistema'' creato per frodare il fisco, un sistema ''operante in vaste aree del mondo, attraverso numerosi soggetti, società fittizie di proprietà di Berlusconi o di fatto facenti capo a Fininvest''. Per i magistrati la particolare intensità del dolo'' di Silvio Berlusconi ''nella commissione del reato contestato e nella perseveranza in esso", nonché "il ruolo pubblicamente assunto dall'imputato (...) soprattutto come uomo politico, aggrava la valutazione della sua condotta''. Non c'è inoltre ''prova alcuna'' che Silvio Berlusconi abbia estinto il suo ''debito tributario'' per il caso Mediaset ma si è limitato a formulare ''una mera 'proposta di adesione' alla conciliazione extra giudiziale''.
Quanto alla legge Severino, i giudici hanno rilevato che essa ''ha un ambito di applicazione distinto, ben diverso e certamente non sovrapponibile'' con quello del processo penale con al centro il caso Mediaset.

Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista, dichiara: "Le motivazioni della sentenza con cui Berlusconi è stato condannato a 2 anni di interdizione dai pubblici uffici per il caso Mediaset rendono ancora più urgente la sua decadenza da senatore: il leader del Pdl non deve e non può più stare in Parlamento. Se la legge è uguale per tutti, Berlusconi se ne deve andare. Resta da capire come faccia il Pd a governare con uno che è stato ritenuto “ideatore e organizzatore del sistema creato per occultare l’evasione” e considerato che - come si legge nelle motivazioni - "Il ruolo pubblicamente assunto dall'imputato, soprattutto come uomo politico, aggrava la valutazione della sua condotta". Evidentemente il potere non puzza".

Nessun commento:

Posta un commento

Blog curato da ...

Blog curato da ...
Mob. 0039 3248181172 - adakilismanis@gmail.com - akilis@otenet.gr