Ο παγκοσμοποιημένος καπιταλισμός βλάπτει σοβαρά την υγεία σας.
Il capitalismo globalizzato nuoce gravemente alla salute....
.... e puo' indurre, nei soggetti piu' deboli, alterazioni della vista e dell'udito, con tendenza all'apatia e la graduale perdita di coscienza ...

(di classe) :-))

Francobolllo

Francobollo.
Sarà un caso, ma adesso che si respira nuovamente aria fetida di destra smoderata e becera la polizia torna a picchiare la gente onesta.


Europa, SVEGLIA !!

Europa, SVEGLIA !!

sabato 31 dicembre 2011

GRECIA: CHIUDE ELEFTHEROTYPIA, VOCE SCOMODA DI SINISTRA...

Fonte: controlacrisi
In Grecia come in Italia? Sembra proprio di si, ma quando i governi sono tecnici e bipartizan i primi a farne le spese sono i giornali di sinistra che non hanno padroni e amici tra i banchieri. Liberazione sospende la pubblicazione cartacea dal 1° gennaio per colpa del taglio all'editoria del Governo Monti, mentre oggi in Grecia è stata annunciata la chiusura dello storico quotidiano indipendente di sinistra Eleftherotypia (Stampa Libera)...

(di Furio Morroni - ANSA) - ATENE, 30 DIC - La grave crisi economica che ha colpito la Grecia ha fatto una vittima illustre anche nel campo dell'informazione ellenica. Oggi è stata annunciata la quasi certa chiusura dello storico quotidiano indipendente di sinistra Eleftherotypia (Stampa Libera), secondo per diffusione nel Paese - 30mila copie al giorno e 85mila la domenica - paragonabile all'italiano Repubblica. Un giornale considerato scomodo e incontrollabile, che ha sempre dato fastidio a molti. Mania Tegopoulou, editore del quotidiano e figlia del fondatore Kitsos Tegopoulos, ha presentato oggi ricorso al tribunale fallimentare di Atene, lasciando senza speranza i dipendenti, che da agosto non ricevono stipendiosi. Ora gli scenari sono due: o un piano di risanamento accettabile da parte dei creditori, e si fa avanti un improbabile imprenditore pronto a finanziare la ripresa delle pubblicazioni, oppure Eleftherotypia chiuderà definitivamente i battenti. A causa di problemi economici (un debito totale di 50 milioni, non impossibile da coprire), la società editrice ha smesso di pagare i dipendenti dalla metà dello scorso agosto. Un accordo preliminare per un prestito di otto milioni era stato concordato a settembre da Mania Tegopoulou con l'Alpha Bank del finanziere Ioannis Kostopoulos. A ottobre, però, l'istituto ha reso noto che il prestito non era più disponibile. Diniego dietro al quale, secondo Mania Tegopoulou, ci sarebbe stato «l'intervento personale» dell'ex premier e leader socialista Giorgio Papandreou. Ma Eleftherotypia non dava fastidio solo al Pasok, per le pesante critiche avanzate contro il partito nella gestione della crisi quando i socialisti erano al governo, ma anche al nuovo esecutivo di coalizione guidato da Lucas Papademos. Il giornale non è mai stato tenero nemmeno con i rappresentanti di Nea Dimocratia (centro-destra) e tantomeno con quelli di Laos (estrema destra), di cui ha denunciato sino a ieri le presunte simpatie filo-naziste, le prese di posizione antisemite e gli ex collaborazionisti della giunta militare tra le sue fila. Eleftherotypia è stato il primo nuovo quotidiano pubblicato in Grecia dopo la caduta del regime dei colonnelli nel 1975. «Eleftherotypia è vittima della crisi che sta colpendo tutti i mezzi d'informazione greci, ma è senz'altro la vittima più illustre e prestigiosa, che stava a cuore a tutti quanti perchè era un giornale libero, coraggioso ed una componente essenziale della società greca», ha commentato con l'ANSA Dimitri Deliolanes, corrispondente da Roma della radio-tv pubblica greca ERT e scrittore. «Eleftherotypia era l'eccezione fra tutti i giornali greci, perchè era l'unico che denunciava i collegamenti esistenti tra gli altri mezzi d'informazione e la corruzione governativa». La crisi farà altre vittime? «Sì - risponde Deliolanes -, è probabile, perchè sono molti i mezzi d'informazione greci attualmente a rischio chiusura». (ANSA). 

Nessun commento:

Posta un commento

Blog curato da ...

Blog curato da ...
Mob. 0039 3248181172 - adakilismanis@gmail.com - akilis@otenet.gr