Ο παγκοσμοποιημένος καπιταλισμός βλάπτει σοβαρά την υγεία σας.
Il capitalismo globalizzato nuoce gravemente alla salute....
.... e puo' indurre, nei soggetti piu' deboli, alterazioni della vista e dell'udito, con tendenza all'apatia e la graduale perdita di coscienza ...

(di classe) :-))

Francobolllo

Francobollo.
Sarà un caso, ma adesso che si respira nuovamente aria fetida di destra smoderata e becera la polizia torna a picchiare la gente onesta.


Europa, SVEGLIA !!

Europa, SVEGLIA !!

lunedì 19 marzo 2012

New York, Occupy fa primavera

MARTINA ALBERTAZZI il manifesto - dirittiglobali -
Occupy Wall Street festeggia i suoi sei mesi di vita scendendo in strada a New York, in una marcia che secondo gli organizzatori è solo l'inizio di una primavera piena di eventi. Ieri mattina alle 11, i manifestanti si sono riuniti di nuovo a Zuccotti Park per celebrare l'arrivo della nuova stagione. «Nei primi sei mesi di vita abbiamo cambiato il dibattito nazionale, nei prossimi sei mesi vogliamo cambiare il mondo», hanno scritto sulla homepage del sito. E l'atmosfera a Liberty Square è proprio quella di risveglio dopo i mesi invernali in cui il movimento era sembrato giù di tono, per alcuni addirittura morto. All'una del pomeriggio circa 150 persone, molte vestite di verde per celebrare il giorno di San Patrizio, hanno iniziato a marciare verso Battery Park, più precisamente verso l'Irish Hunger Memorial, il monumento inaugurato nel 2002 per ricordare il milione di vittime delle carestie in Irlanda dal 1845 al 1852. «La strada che stiamo percorrendo ha bisogno di una svolta - racconta Jack, 53 anni, che lavora come attore in un teatro, mentre mostra una copia del suo passaporto irlandese - Gli appuntamenti come questo sono importanti, perché ci permettono di far sentire la nostra voce». Ma non preferirebbe festeggiare San Patrizio in un bar a bere, come fanno tutti? «Io festeggio così, perché amo le mie radici irlandesi, ma l'America è il mio Paese e Occupy Wall street sta cercando di salvarlo», risponde. Mentre il corteo si dirige verso Lower Manhattan, scortato da circa cinquanta poliziotti a piedi e in scooter, un centinaio di manifestanti è rimasto invece a Zuccotti Park, tra canti, balli e tamburi riportando la memoria allo scorso settembre, quando il movimento era appena nato e scene come questa erano all'ordine del giorno. «Questa sera dormiremo qui e ci riprenderemo la piazza», afferma convinto Rick, 23 anni, mentre riprende fiato dopo aver gridato uno degli slogan più celebri, «Siamo il 99% e lo sei anche tu». Davanti alla piazza il numero di agenti della polizia di New York è nettamente superiore a quello dei manifestanti. E gli arresti sono iniziati già nel primo pomeriggio, quando due persone sono state portate via in manette, a quanto pare con l'unica colpa di aver distribuito volantini. L'entusiasmo pacifico del resto della folla però non si è fatto intimidire. Qualche manifestante parla con i pochi cronisti rimasti a Zuccotti Park, altri improvvisano comizi e invitano i passanti a unirsi a loro, annunciando una stagione vivace, che proseguirà fino alle elezioni presidenziali di novembre. E non solo a New York, come ha raccontato Cynthia Price, 46 anni, che da Los Angeles si è trasferita qui, per iniziare una piccola attività con il marito John: «Pago le tasse, ho una casa tutta mia e mi ritengo una cittadina modello, al contrario di questo governo cleptomane. È il motivo per cui scendo in piazza con Ows e andrò a Washington a manifestare davanti al Congresso. Stasera però torno nel mio appartamento e lascio l'occupazione di Zuccotti Park in mano ai giovani».

======================
#occupy wall street, la lotta continua
La polizia di New York ha arrestato la notte scorsa decine di indignati di 'Occupy Wall Street' durante un raduno indetto per ricordare l'inizio del movimento di Zuccotti park sei mesi fa. L'atto repressivo della polizia di Obama è avvenuto poco prima della mezzanotte locale (le 5.00 in Italia) è giunto al termine di una giornata di dimostrazioni e marce nella parte meridionale di Manhattan. Il regime non ha fornito cifre sugli arresti, ma le persone portate via ammanettate sono state decine. Tre donne rimaste ferite sono state medicate in un'ambulanza. Nel corso della giornata erano state fermate 15 persone ed era stato annunciato il ferimento di tre agenti. Dopo le manifestazioni svoltesi nel pomeriggio attraverso il distretto finanziario di New York i dimostranti si sono dati appuntamento per la sera nel parco e intorno alle 23 c'erano circa 500 persone. Tra loro anche il regista Michael Moore. «È la nostra offensiva di primavera», ha detto Michael Premo 30 anni che si è autodefinito il portavoce del movimento. «La gente pensa che il movimento Occupy sia finito, è importante che vedano che siamo tornati», ha aggiunto. La polizia è rimasta a sorvegliare la zona senza intervenire fino a quando alcuni dimostranti hanno cominciato a montare una tenda. Circa un centinaio di agenti sono allora entrati nel parco e i dimostranti si sono seduti rifiutandosi di obbedire all'ordine di andarsene. A quel punto i poliziotti hanno ammanettato i dimostranti portandoli via nei furgoni. Il movimento Occupy Wall Street era nato il 17 settembre dello scorso anno a Zuccotti Park per protestare contro le politiche finanziarie statunitensi accusate di incrementare il divario tra ricchi e poveri. La polizia in novembre aveva sgomberato l'accampamento dei dimostranti.

Nessun commento:

Posta un commento

Blog curato da ...

Blog curato da ...
Mob. 0039 3248181172 - adakilismanis@gmail.com - akilis@otenet.gr